“AL MÈNI 2020”

Ufficio Stampa SP Studio |
5/5/2021
28/9/2020

A Rimini i Salumi Piacentini DOP protagonisti della manifestazione

firmata Massimo Bottura

Dal 25 al 27 settembre si è tenuta, nel cuore di Rimini, la manifestazione “AL MÈNI” Circo

Mercato di Sapori e cose fatte con il Cuore e con le Mani, l’evento in cui la Rimini sognata

dallo chef Massimo Bottura diventa realtà.

Giostre, tende da circo, acrobati, carovane, con grandi chef che diventano cuochi di strada,

pronti a servire le proprie creazioni.

Anche quest’anno il Consorzio di Tutela Salumi DOP Piacentini era presente all’evento

riminese, con i suoi tre Salumi DOP, inseriti nel progetto europeo “Europe, open air taste

museum”, volto alla promozione e alla valorizzazione dei prodotti della salumeria

piacentina a marchio DOP: Coppa Piacentina DOP, Pancetta Piacentina DOP e Salame

Piacentino DOP.

A farla da padrona in questa speciale edizione 2020, la Coppa Piacentina DOP, ingrediente

principe di ben due ricette realizzate da due chef stellati.

Omar Casali del ristorante Marè di Cesenatico ha proposto “Cotechino di seppia con patate,

chips di bucce all’inchiostro, lenticchie al fegato di seppia e bruciatini di Coppa Piacentina

DOP” mentre Gianluca Gorini del ristorante da Gorini “Passatelli con emulsione di olio

extravergine al Parmigiano Reggiano con Coppa Piacentina DOP, limone invecchiato e

macis “.

Due piatti unici che hanno esaltato le caratteristiche uniche e inimitabili di Sua Maestà la

Coppa, espressione di una tradizione senza tempo e di metodi di lavorazione che la

rendono un vero capolavoro alimentare.

“L’Emilia Romagna ha una qualità di materie prime talmente straordinarie che basta solo

che noi cuochi le tocchiamo con rispetto per farle esprimere. Dall’estero ci guardano.

E vedono che siamo una regione che sa aspettare 25 anni prima di assaggiare un aceto

balsamico tradizionale. Siamo matti? No, sappiamo ancora sognare”.

È con queste parole che Massimo Bottura, uno dei massimi esponenti della cucina italiana

nel mondo e regista della manifestazione, rende onore ad una terra dalle risorse

inestimabili, in cui la qualità dei prodotti è un patrimonio di indiscusso valore.

Piacenza, 28 settembre 2020

Potrebbe interessarti: