Piacenza è un mare di sapori 2021

Ufficio Stampa SP Studio |
22/9/2021
20/9/2021

Venerdì 17 e Sabato 18 settembre i portici di Palazzo Gotico si sono animati con uno degli appuntamenti enogastronomici più attesi: due giornate all’insegna della valorizzazione delle eccellenze alimentari del territorio.

Piacenza è un mare di sapori, la manifestazione promossa dal Consorzio di Tutela Salumi DOP Piacentini in collaborazione con il Comune di Piacenza, l’Assessorato Agricoltura della Regione Emilia – Romagna, Consorzio Piacenza Alimentare, Consorzio di Tutela Vini DOC Colli Piacentini, APT Regione Emilia – Romagna, Istituto Per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “Giovanni Marcora” di Piacenza, ha nuovamente puntato i riflettori sulla qualità, registrando grande successo e adesione da parte del pubblico e delle istituzioni.

Unica città in Europa a poter vantare tre DOP nel comparto della salumeria, Piacenza ha fatto da cornice ad eventi, laboratori e degustazioni che hanno visto come protagoniste Coppa Piacentina DOP, Pancetta Piacentina DOP e Salame Piacentino DOP, in abbinamento a prodotti DOP e IGP del territorio regionale.

La giornata di venerdì si è aperta con la proposta di laboratorio interattivo “Le Paste della Via Emilia”organizzato da Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi, per poi procedere con la sfida tra gli studenti delle scuole alberghiere “Il Panino lo faccio io” di cui Daniele Reponi, docente dell’Accademia del Panino, è stato giudice.

Spazio poi all’APERIDOP Piacentino, che a partire dalle 18 e per tutta la serata ha coinvolto i presenti nella degustazione in purezza dei Salumi DOP Piacentini, delle speciali creazioni firmate Daniele Reponi e delle proposte dolci del maestro pasticcere Aldo Scaglia. L’aperitivo è stato accompagnato dai vini del Consorzio di Tutela Vini DOC Colli Piacentini che, in stretta sinergia con il Consorzio di Tutela Salumi DOP Piacentini, si è attivato a sostegno delle attività di promozione e valorizzazione dei prodotti di qualità certificata del nostro territorio, anche attraverso la nuova campagna di comunicazione “Colli Piacentini DOC: Da noi la vita si sorseggia”.

Daniele Ronda, in Live set Acustico, ha intrattenuto gli ospiti nel corso dell’intera serata.

Durante tutta la giornata di sabato si è tenuta una serie di laboratori, primo tra tutti quello dedicato agli studenti che sono stati sapientemente accompagnati dall’agronomo Daniele De Leo, nella lunga storia dei Salumi DOP Piacentini, quali prodotti tutelati dalla Comunità Europea.

L’appuntamento si è inserito nell’ambito del Progetto “Europe, open air taste museum”, il progetto europeo di durata triennale promosso dal Consorzio di Tutela Salumi DOP Piacentini e cofinanziato dall’Unione Europea per la promozione e valorizzazione dei prodotti della salumeria piacentina a marchio DOP nei paesi Italia, Germania e Francia.

Nel pomeriggio è stato riproposto il laboratorio di Pasta di Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi e un laboratorio interamente riservato alla stampa sui Salumi Piacentini DOP ha visto, invece, la partecipazione della tecnologa alimentare Alessandra Scansani che ha accompagnato i presenti nella degustazione guidata delle tre DOP Piacentine.

Ultimo appuntamento, non certo per importanza, che ha chiuso in grande stile la manifestazione piacentina, la cena stellata che rientra nel circuito di “Tramonto Di Vino”, festival itinerante dedicato ai migliori vini e prodotti tipici dell'Emilia-Romagna.

La cena di gala che ha affollato i portici di Palazzo Gotico ha visto come protagonisti i migliori salumi DOP dell’Emilia Romagna, serviti dai giovani dell’Istituto Alberghiero Marcora di Piacenza e un inedito show-cooking a cura di Emilio Barbieri, chef stellato del ristorante “Strada Facendo” di Modena affiancato da Carla Brigliadori, responsabile della scuola di cucina di Casa Artusi.

Risotto con riso del Delta del Po IGP, zucca “Bertina” e Pancetta Piacentina DOP croccante; stinco di vitello in terrina con finocchi gratinati e julienne croccante di Coppa Piacentina DOP; latteruolo (ricetta Artusi 694) con croccante di cioccolato e salsa ai frutti di bosco: queste le creazioni dello chef Barbieri che sono state accompagnate dai vini DOC dell’Enoteca Regionale proposti dai sommelier AIS della regione Emilia Romagna.

A moderare la serata e ad introdurre i presidenti dei Consorzi dei prodotti DOP della Regione, di nuovo l’immancabile Daniele de Leo, agronomo e esperto di prodotti tutelati, che ha introdotto anche i cantanti lirici, tra cui il piacentino Gianni Zucca, accompagnati al piano dal maestro del coro del Teatro Municipale Corrado Casati.

Una serata davvero unica, che ha chiuso una manifestazione che conferma ancora una volta la qualità indiscussa della produzione food&wine del nostro territorio, puntando alle importanti sinergie tra consorzi, associazioni e istituzioni per la valorizzazione e promozione di prodotti alimentari d’eccellenza del nostro paese.

Potrebbe interessarti: